La funzione sostitutiva nella sorveglianza e nella tutela degli enti locali

Front Cover
Unione tip.-editrice, 1905 - 49 pages
0 Reviews
Reviews aren't verified, but Google checks for and removes fake content when it's identified
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Common terms and phrases

Popular passages

Page 8 - Quando la Giunta municipale non ispedisca i mandati, o non dia eseguimento alle deliberazioni approvate, ovvero essa od il Consiglio comunale non compiano le operazioni fatte obbligatorie dalla legge, provvederà la Giunta provinciale amministrativa.
Page 19 - Dans le cas où le Maire refuserait ou négligerait de faire un des actes qui lui sont prescrits par- la loi, le Préfet peut, après l'en avoir requis, y procéder d'office par luimême ou par un délégué spécial.
Page 8 - L'approvazione cui sono soggetti alcuni atti dei Consigli a termini degli articoli precedenti non attribuisce a chi la deve compartire la facoltà di dare d'ufficio un provvedimento diverso da quello proposto.
Page 8 - Ove malgrado la convocazione dei consigli non potesse aver luogo una deliberazione, il prefetto provvederà a tutti i rami di servizio e darà corso alle spese rese obbligatorie, tanto per disposizione di legge quanto per antecedenti deliberazioni esecutorie ». Occorre però aggiungere che l'articolo seguente stabilisce un'altra norma d
Page 21 - Pour l'affirmative, on a dit avec raison que la loi n'avait pas distingué et que ses 'termes généraux embrassaient tous les actes que devait faire l'administrateur de la commune; d'où la conséquence qu'aucun de ces actes ne pouvait ni ne devait se trouver en dehors de cet article. — V. en ce sens, M. Dufour, t.
Page 48 - Raccolta tascabile dei cirtque codici annotati col testo completo delle principali leggi di uso ordinario nelle udienze civili e penali e delle minori che vi hanno riferimento.
Page 24 - Riconfermando sempre più la sua costante giurisprudenza, il consiglio di Stato, anche più recentemente, ha deciso che quando un consiglio comunale non può o non vuole deliberare di agire o di stare in giudizio, in questi casi prende il posto del consiglio e ne fa le veci l'autorità tutoria la quale assume legalmente la veste di attrice e di convenuta per l'amministrazione comunale (consiglio di Stato, 6 aprile 1883, Foro ital., 1883, III, 151 ; id., 19 aprile 1893, Legge, 1893, II, 820).

Bibliographic information